Progetti di ricerca industriale strategica rivolti agli ambiti prioritari S3

Por Fesr 2014-2020, Asse 1, Azione 1.2.2 – Contributi per raggruppamenti di laboratori di ricerca
Stato
In corso
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Altro
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Data di pubblicazione 09/07/2018
Scadenza termini partecipazione 16/10/2018

Convenzione

Presentazione domanda

Avviso

  • Con delibera 549/2019  (pdf, 218.4 KB)è stato prorogato il termine di costituzione in ATS per i soggetti beneficiari del bando. Chi non fosse riuscito a costituire l’ATS entro il 15 Aprile 2019, è pregato di darne comunicazione a mezzo pec al servizio competente, viene fissato al 03/05/2019 il termine ultimo per la costituzione.
    Per chi ha costituito l’ATS entro il 15/04/2019 è pregato di caricare su SFINGE 2020 l’atto già registrato alla Agenzia delle Entrate

  • Sono in corso le richieste di integrazioni in merito all’Istruttoria amministrativa dei progetti presentati. I proponenti sono pregati di consultare quotidianamente la pec indicata in domanda in quanto la richiesta di integrazioni verrà segnalata solo in quella modalità. La risposta alle integrazioni dovrà avvenire tramite Sfinge 2020
  • Con delibera di Giunta regionale n. 1622 del primo ottobre 2018 (pdf, 208.4 KB)  è stata prorogata la scadenza al 16 ottobre 2018 per la presentazione delle domande. Con il bando approvato dalla Giunta regionale con delibera n.986 del 25 giugno 2018, la Regione Emilia-Romagna intende rinnovare il sostegno a progetti strategici di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale utili a determinare significativi avanzamenti tecnologici per le filiere produttive regionali.

Obiettivi

In continuità con il bando precedente (delibera n.774/2015), la finalità del nuovo bando è promuovere progetti di ricerca industriale strategica per il rafforzamento dei sistemi produttivi chiave individuati nella Strategia regionale di Specializzazione Intelligente S3, a seguito dei Forum S3 che hanno focalizzato le priorità tecnologiche per le esigenze di innovazione di sistema in ciascun ambito produttivo: agroalimentare, edilizia e costruzioni, meccatronica e motoristica, industrie della salute e del benessere, industrie culturali e creative, innovazione nei servizi, energia e sviluppo sostenibile.

Destinatari

Possono fare domanda i laboratori di ricerca aggregati in associazioni temporanee di scopo (ATS) fra minimo 3 e massimo 5 soggetti, di cui almeno 2 laboratori di ricerca accreditati dalla Regione Emilia-Romagna (DGR n.762/2014). Il capofila deve essere un laboratorio di ricerca industriale accreditato. Ogni capofila può gestire al massimo 2 progetti. Altri organismi di ricerca non accreditati possono partecipare al progetto per un massimo del 30% del budget.

Tipologia e misura del contributo

Il bando ha una dotazione finanziaria di 30 milioni di euro per le annualità 2019 e 2020. Per ciascun progetto è erogabile un contributo a fondo perduto pari a un massimo di 800.000 euro, fatta eccezione per le Industrie culturali e creative, sul quale è previsto un massimo 600.000 euro. Gli organismi di ricerca potranno ricevere un sostegno pari al 70% del valore del progetto di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, mentre per gli altri soggetti pubblici e privati il contributo sarà pari al 50%. Per la diffusione e valorizzazione dei risultati è previsto invece un contributo pari al 100% della spesa, per un massimo di 60 mila euro.

Progetti ammissibili

I progetti dovranno chiaramente identificare le ricadute industriali dei risultati in uno degli ambiti S3 e la loro valorizzazione a favore delle imprese regionali. A questo scopo è necessario che i laboratori assicurino, soprattutto nella fase realizzativa finale del progetto, il concreto coinvolgimento di almeno 2 imprese. Dovrà inoltre essere definito, in accordo con gli uffici regionali, un piano di diffusione e valorizzazione di quanto realizzato. I progetti dovranno concludersi entro 24 mesi dalla sottoscrizione della convenzione con la Regione.

Spese ammissibili

Sono ammesse spese per il personale destinato alla ricerca, per attrezzature e strumentazioni utili al progetto, incluso software specialistico, per consulenze e altre spese dirette come componentistica per prototipi e diffusione dei risultati, a esclusione di materiali di consumo e missioni.

Presentazione della domanda

Le domande di partecipazione possono essere presentate tramite applicativo informatico Sfinge 2020 dalle ore 10.00 del giorno 10 settembre 2018 fino alle ore 23:59:59 del 16 ottobre 2018. Si segnala che il servizio di assistenza termina alle ore 18:00 del 16 ottobre

Trattamento dei dati

I dati dei beneficiari sono pubblicati in formato aperto ed elaborati ai fini della prevenzione di frodi e irregolarità.

Multimedia

Infografica bando laboratori 2018

Video-infografica sul bando


Sportello imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
infoporfesr@regione.emilia-romagna.it

Helpdesk Sfinge2020

Aprire una segnalazione tramite la voce Segnalazioni dall'applicativo Sfinge2020

Telefonare al numero 051.41.51.866 - Attenzione Il supporto telefonico è fornito solo dopo che è stata aperta una Segnalazione con le informazioni di dettaglio necessarie a comprendere la problematica.

Non hai trovato quello che cerchi ?