Presentato il progetto di sviluppo del Tecnopolo Rita Levi-Montalcini

Si apre una stagione di crescita per la struttura nel segno della ricerca scientifica

A dieci anni dalla scomparsa di Rita Levi-Montalcini, il Tecnopolo di Bologna-Ozzano a lei intitolato si espande con un progetto di sviluppo completamente dedicato alla ricerca scientifica, in particolare nel campo delle neuroscienze. Il progetto è stato presentato lo scorso 30 giugno alla presenza dell’Assessore Regionale allo sviluppo economico Vincenzo Colla, di Morena Diazzi, Direttore generale economia della conoscenza, del lavoro e dell’impresa della Regione Emilia-Romagna, e di Barbara Monti, Delegata per le attrezzature e infrastrutture dell’Università di Bologna.

Laura Calzà e Luciana Giardino, rispettivamente Direttore Scientifico e Presidente di Fondazione Iret, hanno voluto aprire i lavori con un ricordo della loro ispiratrice Rita Levi-Montalcini, con la quale hanno lavorato per oltre 15 anni, tramite uno storytelling innovativo condotto dal giornalista Luca Pagliari. E sono proprio la visione della scienza e della vita della grande scienziata che hanno ispirato la nascita della Fondazione Iret prima e del Tecnopolo di Bologna Ozzano, a lei intitolato nel 2016. Con questo nuovo investimento nel futuro la Fondazione è pronta a rilanciare la sfida accolta dieci anni fa e si appresta a una nuova stagione di crescita, basata su investimenti sulle persone e sulle tecnologie, supporto ai giovani ricercatori, potenziamento infrastrutturale e una rete di collaborazioni sempre più fitta con le aziende. Inoltre, la Fondazione Iret istituisce anche un premio annuale di 5000 euro da assegnare a tesi di laurea innovative nel campo delle scienze della vita, sviluppate e discusse presso una delle università della Regione. Il bando per l’anno accademico 2022-2023 sarà pubblicato nel corso del prossimo settembre.

I Tecnopoli sono una Rete di 10 infrastrutture, dislocate in 20 sedi sul territorio dell’Emilia-Romagna, che ospitano e organizzano attività e servizi specializzati a supporto dell’innovazione delle imprese, delle persone e del territorio, cofinanziate dai Fondi europei attraverso i Programmi operativi regionali Fesr e Fse 2014-2020 e successivamente con risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione Fsc 2014-2020. 

Non hai trovato quello che cerchi ?