Riprogrammazione 2020

Cosa cambia nel Programma per dare una risposta rapida ed efficace all'emergenza Covid-19

Per affrontare le conseguenze economiche, sanitarie e sociali dovute alla pandemia da Covid-19 scoppiata nei primi mesi del 2020, la Regione Emilia-Romagna ha sfruttato al massimo la flessibilità eccezionale introdotta dalla Commissione europea nell'utilizzo dei Fondi europei e in tempi molto rapidi ha predisposto una riprogrammazione strutturale delle risorse del Por Fesr 2014-2020. Nel complesso 190 milioni di euro sono stati spostati sul Programma complementare nazionale del Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC, garantendo la prosecuzione dei progetti già avviati. In questo modo è stato possibile riprogrammare rapidamente queste risorse nell'ambito del Por Fesr 2014-2020 per dare sostegno al sistema sanitario nazionale.

grafico-riprogrammaz.png

Cosa cambia nel Programma

Nel Por Fesr 2014-2020 è stata inserita una nuova azione all'interno dell'Asse 1 relativa al rafforzamento della capacità dei servizi sanitari regionali di rispondere alla crisi provocata dall'emergenza epidemiologica da Covid-19. Con la manifestazione d'interesse Por Fesr sono state quindi finanziate con 190 milioni di euro le forniture di beni e servizi finalizzati alla prevenzione e al contenimento del virus nelle strutture sanitarie e ospedaliere. Si tratta di dispositivi di protezione individuale, materiali per tamponi, farmaci, tecnologie e attrezzature biomediche e informatiche, servizi di sanificazione, potenziamento della capacità di screening. 

Le dotazioni degli Assi del Por Fesr 2014-2020 sono state modificate a seguito della riprogrammazione, con una riduzione degli importi stanziati per alcune linee di intervento e il conseguente spostamento di 1.760 progetti avviati sotto altra fonte di finanziamento. Per questi progetti non cambia nulla: tutte le operazioni del Por Fesr 2014-2020 sostituite da spese emergenziali proseguono con risorse nazionali del Fondo per lo sviluppo e la coesione FSC.

Per approfondire

Le tappe della riprogrammazione

La riprogrammazione è stata avviata tramite la delibera regionale n. 856 del 13 luglio 2020 con cui è stato approvato lo schema di accordo tra Regione e Governo, siglato il 17 luglio 2020 per la cifra complessiva di 250 milioni di euro, 190 milioni dal Por Fesr e 60 milioni dal Por Fse. Successivamente il Comitato di sorveglianza congiunto del 9 novembre 2020 ha approvato la riprogrammazione, che ha ottenuto il via libera dalla Commissione europea il 26 novembre 2020. Contestualmente la Giunta regionale ha approvato con delibera 1712 del 23 novembre 2020 l'apertura della misura Por Fesr a sostegno delle Aziende Sanitarie regionali per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale e materiali sanitari. 

Questa riprogrammazione di risorse rientra in una strategia di contrasto all'emergenza causata dal Covid-19, articolata in proroghe alle scadenze dei bandi e all'apertura di una misura dedicata allo sviluppo rapido di soluzioni innovative anti-contagio, con 9,5 milioni di euro stanziati grazie a una prima riprogrammazione e 87 progetti finanziati. 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/12/30 12:39:00 GMT+2 ultima modifica 2021-05-18T13:17:18+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?