Villa di Teodorico e parco archeologico del Compito

teodoricoA Galeata i finanziamenti Por Fesr hanno consentito la musealizzazione della villa di Teodorico, elegante edificio privato risalente al regno di Teodorico (fine V - inizio VI secolo d.C.).
L’intervento si è inserito nel progetto del Parco archeologico di Mevaniola, piccolo municipio romano fondato nel II secolo d.C., che ha visto il recupero delle strutture portate alla luce fra gli anni Cinquanta e Sessanta - un settore delle terme e uno dei più antichi teatri dell’Emilia-Romagna – e la realizzazione di nuovi apparati didattici a cura dell’Università di Bologna.
Il Palazzo del Podestà, l’edificio civile più prestigioso di Galeata e oggetto di un’operazione di restauro conservativo e recupero funzionale, è il cuore del Parco archeologico, al centro del percorso storico-culturale che dalla villa di Teodorico conduce al sito di Mevaniola e al Museo civico archeologico Monsignor Domenico Mambrini. Il Palazzo è anche sede del Centro di studi per l’archeologia dell’Appennino romagnolo, coordinato dall’amministrazione comunale, dal Dipartimento di Archeologia dell’Università di Bologna e dalla Soprintendenza archeologica dell’Emilia-Romagna.

A Savignano sul Rubicone è stata invece restaurata parte della canonica adiacente la Pieve di San Giovanni in Compito, per creare i laboratori didattici del Museo archeologico del Compito. Inoltre, sono state restaurate le antiche mura del Castello di Savignano e riportati alla luce il ponte e il canale sottostante l’attuale Piazza del Torricino, per ricavare uno spazio per concerti ed eventi.

Il progetto complessivo ha previsto un investimento di 500.000 euro di cui 280.000 finanziati dal Por.

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/08/31 14:30:00 GMT+2 ultima modifica 2017-09-01T01:23:00+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?