Programmazione 2021-2027 dei Fondi europei

Definizione dei Programmi operativi del Fondo europeo di sviluppo regionale e del Fondo sociale europeo della Regione Emilia-Romagna

Scenario europeo e regionale

In seguito all’approvazione del Quadro finanziario pluriennale 2021-2027 da parte del Parlamento europeo, il 30 giugno 2021 la Commissione europea ha pubblicato i nuovi regolamenti relativi ai fondi con cui sarà attuata la Politica di coesione nel nuovo periodo di programmazione. Dal sondaggio Eurobarometro presentato nell'ottobre 2021 è emerso che più di un italiano su due conosce la politica regionale europea; tra le priorità identificate dagli italiani per la nuova programmazione al primo posto ci sono gli investimenti in ricerca e innovazione (95%), seguiti da quelli nelle infrastrutture per l'istruzione, sanitarie o sociali (94%) e dalla tutela dell’ambiente (92%).

È in corso il confronto per gli Accordi di partenariato con cui gli Stati membri definiscono, in accordo con la Commissione europea, strategie e priorità da perseguire nella programmazione 2021-2027.

Con un percorso di partecipazione e condivisione, che ha trovato il suo culmine a dicembre 2020 con la sottoscrizione - insieme a enti locali, sindacati, imprese, scuola, atenei, associazioni ambientaliste, Terzo settore e volontariato, professioni, Camere di commercio e banche - del Patto per il Lavoro e per il Clima, la Regione Emilia-Romagna ha costruito e approvato il 30 giugno 2021 i documenti strategici che guideranno l’utilizzo delle risorse europee e nazionali di cui beneficerà: il Documento strategico regionale e la Strategia di specializzazione intelligente S3. Successivamente, la Giunta regionale ha dato il via libera il 15 novembre 2021 ai Programmi regionali Fesr e Fse+ 2021-2027, con delibere n. 1895/2021 e 1896/2021, a cui seguirà l’iter in Assemblea legislativa. Una volta completato il percorso, i Programmi saranno inviati alla Commissione europea per l’approvazione.

Documento strategico regionale per la programmazione unitaria delle politiche europee di sviluppo 2021-2027

Approvato dall'Assemblea legislativa con delibera n. 44 del 30 giugno 2021

  • delinea la programmazione unitaria dei Fondi europei e nazionali 2021-2027
  • orienta la programmazione operativa dei fondi gestiti dall’amministrazione regionale verso gli obiettivi strategici del Patto per il Lavoro e per il Clima
  • indirizza la capacità del sistema regionale di attrarre risorse ulteriori, ampliando il policy mix per lo sviluppo sostenibile
  • Prevede strategie territoriali integrate e condivise con gli enti locali per raggiungere obiettivi comuni e contrastare i divari territoriali

Strategia di specializzazione intelligente S3 2021-2027

Approvata dall'Assemblea legislativa con delibera n. 45 del 30 giugno 2021

  • la Strategia S3 2021-2027 delinea il quadro strategico per lo sviluppo innovativo della nostra regione orientando gli investimenti in ricerca e innovazione
  • definisce le priorità in funzione delle grandi sfide: sostenibilità, digitalizzazione, inclusione sociale, benessere e qualità della vita, sicurezza, trasformazione della pubblica amministrazione, attraverso l’individuazione di ambiti tematici prioritari cross-settoriali
  • conferma come prioritari i 7 sistemi produttivi di specializzazione regionale già identificati nella precedente S3 2014-2020, ridefinendo gli ambiti al proprio interno: Agroalimentare, Edilizia e Costruzioni, Meccatronica e Motoristica, Industrie della Salute e del Benessere, Industrie Culturali e Creative, Energia e Sviluppo Sostenibile, Innovazione nei Servizi
  • individua come ambito autonomo l’Industria del Turismo, precedentemente incluso nelle industrie culturali e creative e due ulteriori ambiti produttivi a forte potenziale di sviluppo, ovvero Aerospazio e Infrastrutture complesse e critiche

Azioni sul documento

pubblicato il 2019/12/06 16:12:00 GMT+2 ultima modifica 2021-11-19T16:27:41+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?