Investimenti produttivi delle imprese nell’area colpita dal sisma

Por Fesr 2007-2013, Asse 2, Attività II.2.1 Sostegno agli investimenti produttivi delle imprese nell’area colpita dal sisma - Bando per le imprese delle zone colpite dal terremoto
Tipologia di bando Agevolazioni, finanziamenti, contributi
Destinatari
  • Imprese
Ente
  • Regione Emilia-Romagna
Scadenza termini partecipazione 31/05/2013 23:55
Chiusura procedimento 31/03/2017

Presentazione domanda

Graduatorie

Rendicontazione

Con delibera di giunta regionale n. 16 del 14 gennaio 2013 (integrata successivamente dalla delibera n. 541 del 6 maggio 2013) la Regione Emilia-Romagna ha attivato il bando Sostegno agli investimenti nell’area del sisma.

Obiettivo della misura, che dispone di un plafond di 15 milioni di euro, è la riqualificazione e l’espansione della capacità produttiva delle piccole e medie imprese, incentivando gli investimenti e i processi di innovazione tecnologica e organizzativa, sostenendo così la ripresa e lo sviluppo del tessuto produttivo nelle aree colpite dagli eventi sismici del 20 e 29 maggio 2012.

Il bando ha visto una proroga alle ore 24 del 31 maggio 2013, che ha anche introdotto una importante novità per quanto riguarda il pagamento con leasing. Sono infatti ammesse le rate pagate nel periodo di realizzazione del progetto (solo quota capitale), solo se il contratto di leasing prevede specificatamente l’obbligo di riacquisto/riscatto alla scadenza.

La previsione di obbligo al riacquisto/riscatto del bene può essere anche una integrazione successiva alla stipula del contratto. Non è quindi più obbligatorio, per rendere ammisisbile la spesa, riscattare il bene entro la fine del progetto, ma solo alla naturale scadenza del contratto di leasing.

Per le imprese che hanno già inviato la domanda entro il 9 maggio 2013 e che a fronte delle variazioni introdotte dalla nuova delibera volessero modificare il progetto, possono farlo chiedendo all'assistenza tecnica via mail assistenzaer.fesr@schema31.it di sbloccare la domanda. L'oggetto della mail all'assistenza tecnica deve contenere il codice organismo già assegnato all'impresa.

L'impresa dovrà quindi ricompilare la domanda con i nuovi dati, rivalidarla, firmarla digitalmente e reinviarla via pec a:industriapmi@postacert.regione.emilia-romagna.it insieme alla relazione tecnica aggiornata (allegato 2). Nell'oggetto della mail con la quale si invia la domanda, è necessario indicare Progetto variato in funzione della delibera 541 del 6 maggio 2013.

Per le imprese che hanno validato, ma non ancora inviata alla Regione la domanda e che a fronte delle variazioni introdotte dalla nuova delibera volessero modificare il progetto, possono farlo chiedendo all'assistenza tecnica via mail  asstecnica.fesr@performer.it di sbloccare la domanda, ricompilarla e richiederne di nuovo la validazione. 
L'oggetto della mail all'assistenza tecnica deve contenere il codice organismo già assegnato all'impresa. Conclusa questa procedura, le imprese provvederanno all'invio della domanda e degli allegati come da linee guida.


Per informazioni
Sportello Imprese
dal lunedì al venerdì, 9.30-13.00
tel. 848.800.258 (chiamata a costo tariffa urbana, secondo il proprio piano tariffario)
infoporfesr@regione.emilia-romagna.it

Non hai trovato quello che cerchi ?