Domande frequenti

Norme generali 

Possono essere rendicontate spese sostenute nel periodo oggetto di rendicontazione ma pagate successivamente a tale periodo?
In linea generale possono essere rendicontate le spese effettivamente sostenute nel periodo di riferimento e per ciascuna singola spesa dovranno essere prodotti i documenti giustificativi di spesa (ad es. fattura) e i documenti giustificativi attestanti l’avvenuto pagamento (mandato di pagamento, estratto conto, ecc.)
Si consente comunque di quietanzare le spese e produrre la relativa documentazione fino alla data di presentazione del SAL.  

Il 40% della prima rendicontazione è relativo al progetto nel suo insieme o a ciascun partner?
E’ richiesta la realizzazione del 40% delle attività del progetto e non necessariamente la stessa percentuale di spesa, intesa sul totale complessivo del progetto. 

Se si rendiconta più del 40% viene riconosciuto nel presente rendiconto o in quelli successivi?
Il controllo di ammissibilità viene svolto su tutto l’importo rendicontato ma la liquidazione può essere effettuata solo sul 40% e nel successivo rendiconto potranno essere considerate le fatture pagate nel 1° periodo in esubero rispetto al 40%. 

Se si rendiconta di meno del 40% cosa succede?
Nulla 

I soggetti privati devono rispettare la normativa italiana sugli appalti?
I soggetti privati che svolgono attività di progetto non sono tenuti a rispettare le procedure previste dal Codice degli Appalti di Beni e Servizi (D.Lgs. 50/2016).
Sono tenuti però a dimostrare di avere agito nell’ottica del best value for money (economicità, miglior rapporto qualità-prezzo) secondo i principi UE.

E’ possibile lo spostamento di budget tra i componenti dell’ATS?
E’ ammissibile esclusivamente nei modi indicati nell’Art. 10 della “Convenzione” ovvero comunicazione alla Regione E.R. (silenzio assenso di 60 gg.) e conseguente integrazione dell’Atto costitutivo. Vale anche per spese minori (ad esempio Atto costitutivo Ats).
Non sono ammesse a rendiconto fatturazioni reciproche fra i soci dell’ATS. 

Nella Relazione Tecnica cosa si intende per “Contatti” e “Partecipanti” in riferimento alle attività di diffusione e comunicazione?

  • "Contatti” sono i soggetti che sono stati invitati per la partecipazione all’evento (il dato può essere omesso se non ricostruibile);
  • “Partecipanti” sono soggetti che hanno effettivamente partecipato all’evento. 

Dove va riportato il CUP del progetto finanziato?
Il CUP va obbligatoriamente riportato su tutti i documenti giustificativi di spesa:

  • Contratti, ordini;
  • Fatture, documenti di spesa;

  • Mandati/bonifici di pagamento ad esclusione dei mandati di pagamento del personale dipendente. 

Per quali soggetti deve essere prodotta la documentazione antimafia in caso di fondazioni?
Dopo un consulto con la Prefettura è stato stabilito di richiedere la stessa documentazione antimafia prodotta per le società di capitali.

Spese di personale  

Nel caso in cui i beneficiari non avessero riportato il CUP di progetto sui contratti del personale non dipendente cosa si deve fare per sanare tale situazione?
E’ necessaria la sottoscrizione di un’appendice contrattuale riportante anche il CUP, considerando che tutti gli altri dati relativi al progetto (titolo del progetto e riferimento ai fondi Por-Fesr 2014-2020) sono già indicati nei contratti. 

Come si calcola il costo orario del personale dipendente?
Le spese di personale dipendente sono rimborsabili sempre sulla base delle 1720 ore standard definite dal regolamento UE 1303/2013:

  • Indipendentemente dalla singola tipologia di contratto;

  • Proporzionalmente nel caso di part-time (1720 per la quota di part-time). 

Che modello di time sheet può essere usato?
E’ ammesso esclusivamente l’utilizzo del modello di time sheet pubblicato sul sito regionale. Il time sheet va compilato solo per il personale dipendente. 

A cosa serve il modulo per il costo orario?
Il modulo per il costo orario prevede l’indicazione della retribuzione lorda media per categoria professionale (ad es. prof. Ordinario, prof. Associato, ricercatore confermato) alla quale appartiene la persona il cui lavoro viene rendicontato sul progetto. L’indicazione del nominativo non implica che vada inserita la sua retribuzione reale. Il docente non deve firmare il proprio modulo di costo orario che deve essere certificato dall’Ufficio Personale sulla base della retribuzione lorda media per categoria professionale e validata dal legale rappresentante del beneficiario. Il docente firma solo il proprio modulo di time sheet che è relativo alle sue effettive ore lavorate. 

In caso di Università che affidano il progetto a Centri Interdipartimentali, in occasione della compilazione del time sheet quale soggetto deve essere indicato?
Bisogna indicare il CIRI per il quale lavora il dipendente. 

Che documentazione deve essere prodotta in caso di dipendenti con contratto a tempo determinato assegnati al progetto al 100%?
In caso di dipendenti con contratto a tempo determinato assegnati al progetto al 100%:

  • Può essere rendicontato il costo annuale senza bisogno di dividerlo per 1720;

  • Non hanno bisogno di produrre time sheet.

Nel caso però in cui il personale venga assunto durante l’anno, per il quale quindi non è possibile avere l’intero costo annuo di riferimento, il costo orario va riproporzionato al periodo lavorato e tra i documenti giustificativi è richiesto il time sheet mensile timbrato e firmato dal singolo soggetto e dal responsabile di laboratorio con l’indicazione delle ore dedicate e lavorate sul progetto. 

Cosa succede in caso di recesso anticipato di un contratto di collaborazione?
In caso di recesso anticipato di un contratto sarà possibile attivare un nuovo contratto e calcolare il periodo di 12 mesi dalla sommatoria dei due contratti, solo se viene dimostrata la continuità nelle attività da svolgere e l’acquisizione di una figura professionale analoga a quella precedentemente contrattualizzata. Il periodo potrà essere così calcolato in maniera cumulata per i due contratti. E’ possibile utilizzare lo stesso principio evidenziato anche nel caso di recesso da assegni e borse di ricerca purché sia garantita la continuità e la figura professionale analoga. E’ ammesso il cumulo dei periodi al fine di rispettare la durata non inferiore ai 12 mesi. 

E’ possibile, a fronte di un contratto di 12 mesi di assegno di ricerca, rendicontare sul progetto meno di 12 mesi in quanto sfora rispetto alla scadenza ultima del progetto (31/03/2018)?
E’ possibile ma si deve dimostrare che lo strumento dell’assegno di ricerca è comunque funzionale al progetto. 

In caso di consorzio, società corsortili e fondazioni di enti pubblici è possibile rendicontare il personale dei soci utilizzato per la realizzazione delle attività progettuali anche se non c’è rimborso del costo del personale ai soci?
E’ possibile ma con adeguati giustificativi.
Oltre agli ordinari documenti (lettera di incarico, costi orari, time sheet) occorre allegare:

  • Macro accordo/protocollo/dichiarazione in cui consorzio e associati convengono sull’utilizzo di personale dei soci in progetti in cui il consorzio è beneficiario (se non già previsto da statuto),

  • Un documento formale con il quale il Consorzio richiede al/ai socio/i di poter utilizzare il personale che lavorerà sul progetto eventualmente indicando già i nominativi o almeno le figure professionali richieste;

  • Un documento formale in cui il/i socio/i rispondono alla richiesta indicando i nominativi del personale che lavorerà nel progetto nell’ottica collaborativa.

Per dimostrare il pagamento del personale effettuato dal socio del consorzio è necessario produrre:

  • Bonifico bancario;

  • Estratto conto;

  • Dichiarazione del socio con l’indicazione nominativa dei dipendenti liquidati e con l’indicazione mensile del liquidato al termine di ogni SAL. 

Tra la documentazione giustificativa a supporto dell’effettivo pagamento del personale è necessario produrre anche il modulo F24 che attesta il versamento degli oneri previdenziali?
No, è necessario produrre apposita dichiarazione in merito al pagamento di tali oneri (si veda modulo predisposto dalla Regione). 

E’ ammissibile il costo del personale nelle giornate in cui il personale stesso era in trasferta per la realizzazione del progetto?
Le ore lavorative in giornate di trasferta si possono accettare con motivazione e allegata documentazione a supporto. Tenuto conto però che iniziative formative non sono ammissibili.

Spese per attrezzature nuove e nuove strumentazioni di ricerca 

In caso di noleggio attrezzature con stipula del contratto in data antecedente l’approvazione delle linee guida (Det. 15295 del 29/09/2016) è possibile che l’impresa da cui si noleggia non si occupi “unicamente o principalmente di locazione”?
Si è possibile ammettere un noleggio da un soggetto che non si occupi “unicamente o principalmente di locazione” solo se il contratto con esso è stato stipulato prima del 29/09/2016. 

Dove vanno imputate le spese per la realizzazione di prototipi e impianti pilota?
Tali spese vanno imputate:

  • alla voce B “Attrezzature” se la realizzazione è interamente commissionata a terzi; se i componenti del prototipo hanno autonomo funzionamento;

  • alla voce D “Altre Spese Dirette” se riguardano spese per la lavorazione di prototipi e impianti pilota, componenti senza autonomo funzionamento ma inventariabili come parti del prototipo. Sono escluse spese per materiale di consumo e le forniture generiche. 

E’ ammissibile una spesa relativa ad una fornitura/consulenza da un’impresa che fa parte dell’Accordo di Partenariato?
Tale spesa è ammissibile se viene fornita una dichiarazione dalla quale si evince:

  • Che l’impresa è l’unico fornitore possibile (rispetto del D.Lgs. 50/16);

  • La fornitura/consulenza non rientra nell’Accordo di Partenariato. 

E’ ammesso l’affitto di software specialistico?

  • L’affitto di software specialistico è ammesso alla voce B “Spese per attrezzature nuove e nuove strumentazioni di ricerca”;

  • Se la fattura è unica, una volta pagata può essere rendicontata interamente in un’unica rendicontazione;

  • Se l’affitto del software è pagato con fatture frazionate ciascuna va rendicontato nel periodo di competenza. 

E’ possibile rendicontare l’intera quota di ammortamento delle attrezzature sul progetto?

  • E’ ammesso l’ammortamento anticipato (annuale) previa delibera dell’organo competente e/o del collegio dei Revisori e adeguata motivazione nella relazione tecnica allegata alla rendicontazione;

  • Se la fattura è unica, una volta pagata può essere rendicontata interamente in un’unica rendicontazione al termine del periodo di ammortamento.

  • Si precisa che pur rendicontando tale spesa solo al termine del periodo di ammortamento, nella relazione intermedia non è vietato fare riferimento alle attrezzature laddove la descrizione delle stesse sia funzionale alla descrizione di altre attività (ad es. svolta da personale rendicontato).

Azioni sul documento

pubblicato il 2017/03/30 14:15:00 GMT+1 ultima modifica 2017-05-16T11:35:00+01:00

Non hai trovato quello che cerchi ?