Sfinge2020 tra le buone pratiche selezionate dal rapporto di valutazione della e-Cohesion 2014-2020

Il sistema implementato dalla Regione Emilia-Romagna è uno dei 6 casi studio di successo approfonditi dal rapporto

Un approccio che pone l’utente al centro, la combinazione di competenze tecnologiche e approfondita conoscenza del programma Fesr, l’eliminazione totale del supporto cartaceo, queste sono solo alcune delle caratteristiche chiave del sistema Sfinge2020 che, secondo la Commissione europea, lo posizionano tra i 6 casi studio più interessanti tra i sistemi di e-Cohesion implementati nella Ue. L’analisi del sistema per la richiesta di finanziamenti della Regione Emilia-Romagna è stata inclusa nel rapporto sulla Valutazione della coesione elettronica 2014-2020, pubblicato a fine maggio, da cui emerge una mappatura completa dell’Unione attraverso la valutazione del processo di implementazione della coesione elettronica, ossia lo scambio elettronico di informazioni tra i beneficiari dei programmi della politica di coesione e le autorità del programma, durante il periodo di programmazione 2014-2020.

La valutazione ha riguardato i sistemi di e-Cohesion istituiti in tutti i 27 Stati membri per i programmi operativi sostenuti dal Fesr e dal Fondo di coesione, compresi i programmi Interreg. I dati raccolti con metodi qualitativi e quantitativi forniscono un’immagine dell'ampia portata della coesione elettronica: la valutazione ha mappato 108 sistemi di e-Cohesion, che coprono tutti gli Stati membri dell'Ue. Sulla base dei risultati, la valutazione ha sintetizzato una serie di potenziali soluzioni per le autorità di programma. Il punto chiave per il miglioramento è l'interoperabilità con altri sistemi e registri elettronici, nonché la riduzione degli scambi di dati paralleli che ancora avvengono in diversi contesti nazionali e regionali.

Cos’è Sfinge2020? 

Sfinge2020 è il sistema di e-Cohesion utilizzato per lo scambio di informazioni tra le autorità dei Fondi Sie - Fondi strutturali e di investimento europei - e i beneficiari del Programma operativo regionale cofinanziato dal Fesr in Emilia-Romagna. Inizialmente lanciato durante il periodo di programmazione 2007-2013, nel corso degli anni Sfinge2020 è stato ulteriormente sviluppato per migliorare la facilità d'uso e integrare i requisiti del Regolamento Ue n. 1303/2013. L'utilizzo del sistema è obbligatorio per l'Autorità di gestone dell'Emilia-Romagna per i richiedenti e i beneficiari del Fesr, e tutte le autorità - gestione, certificazione, audit - vi hanno accesso. Il sistema è attualmente utilizzato per 16.500 progetti, conta 28.000 utenti e gestisce 21.800 soggetti registrati. Comunica inoltre con il sistema nazionale di monitoraggio dei Fondi Sie e con altri sistemi e registri nazionali e regionali. 

I risultati dell’analisi della Commissione europea 

Sfinge2020 è stato scelto come caso studio principalmente per la potenzialità mostrata di rappresentare un esempio di buona pratica che può facilmente essere adottata da altri Stati membri, grazie ad alcuni importanti elementi che lo contraddistinguono, come la completezza del sistema, un buon grado di automazione, l’elevata facilità d'uso e la flessibilità. I risultati del questionario condotto tra le autorità di programma e i beneficiari hanno evidenziato che questo sistema è caratterizzato da tutti i requisiti più importanti che consentono uno scambio di informazioni fluido ed efficiente, oltre ad essere molto apprezzato dagli utenti.  

Sulla base dell'esperienza positiva sia dei beneficiari del sostegno regionale sia dell'Autorità di gestione, la Regione Emilia-Romagna ha deciso di utilizzare Sfinge2020 anche per gestire altri fondi europei, regionali e nazionali. L'uso dello stesso sistema tra diversi dipartimenti e fondi è considerato vantaggioso perché permette di fornire un unico punto di accesso per diverse opportunità di finanziamento. Questo garantisce la presenza di economie di apprendimento nell'utilizzo del sistema e-Cohesion e riduce il carico amministrativo sia per il personale della pubblica amministrazione che per i beneficiari, oltre ad aumentare la trasparenza e l'efficienza nell'utilizzo di altri fondi gestiti dalla Regione. 

Per saperne di più

Azioni sul documento

pubblicato il 2022/07/06 12:09:23 GMT+2 ultima modifica 2022-07-06T12:09:23+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?