Laboratori aperti, al via la riapertura degli spazi

A Cesena e Piacenza disponibili le postazioni di coworking, a Bologna in partenza una rassegna culturale per l'estate

Essendo nati come luoghi di inclusione e co-progettazione, la riapertura delle aree di coworking di alcuni Laboratori aperti è un chiaro segnale di ripartenza in sicurezza dopo l’emergenza causata dal Covid-19. Piacenza ha annunciato sui social di avere posti di lavoro condiviso disponibili, in uno spazio che funziona da catalizzatore di energie e visioni. Tutte le informazioni sono nella pagina web dedicata. Cesena mette a disposizione nelle sale di Casa Bufalini postazioni lavoro in open space, sala riunioni, WI-FI con banda ultralarga e tanti altri servizi: anche in questo caso ogni informazione è sul sito.

Bologna approfitta della molteplicità di spazi in cui è articolato il Laboratorio aperto nel cuore della città per organizzare una rassegna culturale che durerà tutta l’estate. Dal 7 luglio al 26 settembre 2020 il cortile Guido Fanti di Palazzo d’Accursio ospiterà Cortile in comune: in programma una trentina di serate fra reading, talk e incontri e, da fine agosto, anche musica e performance. Filo conduttore della rassegna sarà una riflessione sul futuro delle città, su come ricominciare a vivere insieme lo spazio urbano e rapportarsi con l’altro e le comunità.

Anche Reggio Emilia ha riaperto le porte del Laboratorio aperto nel complesso dei Chiostri di San Pietro: Lab in Chiostri è pronto ad accogliere i cittadini con la massima sicurezza con un programma di iniziative che sarà comunicato nelle prossime settimane.

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/07/08 18:12:49 GMT+2 ultima modifica 2020-07-08T18:12:49+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?