Professionisti, online la graduatoria della prima fase del bando

Pubblicato l'elenco delle domande ammesse e non ammesse per gli investimenti ict da realizzare nel 2017

La graduatoria della prima tranche del bando Por Fesr 2014-2020 finalizzato al supporto di soluzioni ict per le attività delle libere professioni è online. Nell'elenco sono incluse sia le domande ammesse a finanziamento per il 2017 sia quelle escluse per mancanza di requisiti.

La prima tranche del bando si è chiusa il 31 maggio scorso con 194 richieste, a seguito delle quali sono state aumentate le risorse disponibili da 1 milione a 2 milioni e 350mila euro. Sono state accolte 174 domande di contributo per il 2017, relative soprattutto a investimenti per l’acquisto di attrezzature e infrastrutture informatiche mirate a digitalizzare l’attività del proprio studio, nell’ottica di affiancare i clienti con la propria attività consulenziale.

Per quanto riguarda i finanziamenti per progetti da realizzarsi nel 2018, sono aperte le domande della seconda tranche del bando, che mette a disposizione 2 milioni di euro per i progetti da concludere entro il 15 settembre 2018, con un valore minimo di 15mila euro. L’importo del contributo per ciascun progetto ammesso a finanziamento non potrà superare i 25mila euro. Il bando finanzia fino al 40% della spesa ammissibile (45% se legato a nuova occupazione o presentato da donne e giovani). Sarà chiuso una volta raggiunto il numero massimo di 200 domande e in ogni caso non oltre il 10 ottobre 2017.

Come per la prima tranche, le domande di contributo per il 2018 devono essere presentate esclusivamente per via telematica sul sito Sfinge 2020 della Regione Emilia-Romagna. Si segnala che sia i singoli professionisti, che le Associazioni di professionisti e le Società tra professionisti, hanno l'obbligo di allegare alla domanda l'attestazione di regolarità contributiva rilasciata dalla cassa previdenziale di competenza. Qualora non disponibile, dovrà essere inoltrata entro 30 giorni dalla presentazione della domanda. I beneficiari del contributo dovranno inviare alla Regione la domanda di pagamento entro il 15 settembre 2018 per gli interventi che si intendono realizzare entro la stessa data.

La graduatoria della prima tranche del bando

Non hai trovato quello che cerchi ?