Sezioni

Tecnopolo Parma, a fine 2016 la nuova casa di VisLab

Nei giorni scorsi la posa della prima pietra del padiglione 1 del Polo dell’innovazione

Oltre mille metri quadrati su tre livelli per la nuova casa di VisLab a Parma.

Nei giorni scorsi si è tenuta la cerimonia della prima pietra del padiglione 1 del Polo dell’innovazione al Campus Scienze e Tecnologie dell’Università di Parma.

Nato da uno spin-off dell’Università, VisLab è leader nella ricerca su sistemi intelligenti per l’aiuto alla guida dei vicoli ed è stato acquisito nel luglio 2015 per 30 milioni di dollari da Ambarella, impresa leader nello sviluppo di sistemi di compressione video e di elaborazione immagini, diventando così un caso di successo di “know how” dell’Ateneo.

L’acquisizione ha previsto la permanenza in Italia della società e del team di ricerca e lo sviluppo della parte R&D con l’assunzione di nuovi ricercatori.

Il laboratorio Rfid&VisLab, nato come spin-off dell’Università di Parma, è uno dei laboratori finanziati dalla Regione nell’ambito del Tecnopolo di Parma con il Por Fesr 2007-2013. Il laboratorio ha presentato un programma di 3,1 milioni di Euro, cofinanziato al 50% dalla Regione.

Il padiglione

L’Università di Parma ha riservato a VisLab un primo padiglione sperimentale del Polo dell’innovazione – Innohub, un progetto Mastercampus che porterà circa trenta aziende caratterizzate da alta innovazione e qualità della ricerca all’interno del Campus Scienze e Tecnologie entro il 2018.

Il padiglione VisLab, che verrà realizzato con tecniche di prefabbricazione XLAM e lamellare con montaggio a secco in circa cinque mesi, ha una dimensione di 1.100 mq su tre livelli e potrà essere affiancato da un padiglione gemello per rispondere a esigenze di un eventuale sviluppo futuro.

L’intervento prevede un finanziamento complessivo pari a un milione e cinquecentomila euro.

Non hai trovato quello che cerchi ?