Laboratorio aperto di Rimini

Tematismo: binomio cultura-turismo

RI.jpgIl Laboratorio aperto di Rimini occupa il terzo piano del palazzo razionalista dei primi del Novecento in via Luigi Tonini, il Museo della Città, ed è collegato alla terrazza di 89 mq dell’edificio, da cui sono visibili il ponte di Tiberio e il giardino del museo. Il progetto di realizzazione ha previsto la riqualificazione dell'invaso del ponte e del canale di ponente, attraverso la riorganizzazione di tutta l'area circostante. Qui è nata la piazza sull’acqua, dalla quale si potrà ammirare la bellezza del ponte da un punto di vista inedito e più ravvicinato.

Dedicato al tema del binomio tra cultura e turismo, il Laboratorio include postazioni di co-working e di lavoro collaborativo, sale meeting, una sala con una capienza di circa 50 persone, tre labs space da dedicare alla sperimentazione di tecnologie e software dotati di tavoli per il lavoro collaborativo e di strumentazione per la presentazione di informazioni, due sale riunioni e meeting. Con l’obiettivo di disegnare una nuova immagine della città di Rimini, il Laboratorio promuove lo sviluppo di servizi digitali innovativi volti al miglioramento della fruizione del patrimonio storico e culturale della città.

L’intera area riqualificata del Laboratorio aperto di Rimini è inoltre uno degli snodi per la mobilità attiva, integrando le piste ciclo-pedonali esistenti a quelle in progetto e alle future strade d’acqua.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/16 12:32:35 GMT+2 ultima modifica 2021-02-16T12:32:35+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?