Laboratorio aperto di Parma

Tematismo: cultura dell’eccellenza agroalimentare

Parma-21-04_1.jpegIl progetto del Laboratorio Aperto di Parma è parte integrante della strategia di recupero funzionale del Complesso monumentale del monastero di San Paolo, nell’area denominata Chiostri del Correggio. L’obiettivo è rendere questo spazio un polo d’eccellenza grazie ai Fondi europei, dove la fruizione culturale possa intrecciarsi con strumenti funzionali alla formazione professionale e all’auto-imprenditorialità. 

Incentrato sulla cultura dell’eccellenza agroalimentare, il Laboratorio punta a mettere a sistema le competenze degli attori dell’intera filiera del food: produttori, imprenditori, ristoratori, ricercatori, specialisti, docenti, studenti, soci di associazioni del terzo settore, dipendenti delle istituzioni pubbliche, giovani talenti e giovani professionisti. Sono questi gli attori che costituiscono il capitale umano del Laboratorio aperto, concepito non solo come una piattaforma di soluzioni innovative e sostenibili destinate allo sviluppo di progettualità ad alto contenuto di tecnologia digitale, ma come hub per la partecipazione attiva e la collaborazione cittadina, creando una rete di relazioni tra i diversi attori del sistema educativo e formativo e della ricerca.

Il Laboratorio aperto di Parma ha avviato le attività nel 2019 al terzo piano del ex-Palazzo della Provincia. Nell'aprile 2022 è stata inaugurata la sede definitiva nel Complesso del San Paolo.

Azioni sul documento

pubblicato il 2021/02/16 12:35:00 GMT+2 ultima modifica 2022-07-11T14:20:10+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?