Domande e risposte

E’ possibile, con riferimento, alle spese per opere edili, murari e impiantistiche, presentare a rendicontazione, in maniera disgiunta, le spese per l’acquisto di materiale edile, idraulico, elettrico, impiantistico e le spese per la posa in opera?
Si, poiché tali spese non sono da considerarsi come spese effettuate in economia o in auto fatturazione, esplicitamente vietate dal bando, e che si sostanziano nella realizzazione delle opere tramite il personale proprio dell’impresa beneficiaria.
E necessario però, al fine di evitare che unitamente alla documentazione di spesa vengano presentate fatture inerenti l’acquisto di beni di consumo, che l’impresa beneficiaria, all’atto della presentazione della documentazione di spesa, produca una dichiarazione del direttore dei lavori o di una figura equipollente che attesti che i materiali acquistati direttamente dall’impresa sono stati utilizzati unicamente per effettuare i lavori previsti nel progetto ammesso a finanziamento.

Sono ammesse le spese per l’acquisto di servizi di cloud computing?
Tali spese sono ammesse solo con riferimento agli importi degli abbonamenti pagati nel periodo di eleggibilità delle spese.

Qual è la spesa ammissibile in caso di acquisto di licenze d’uso a tempo determinato con pagamento anticipato dell’intero corrispettivo?
In questo caso la spesa ammissibile al finanziamento è quella riferibile al periodo di eleggibilità delle spese. Quindi, se il beneficiario ha pagato anticipatamente un corrispettivo per l’uso della licenza, tale corrispettivo – qualora non direttamente riferibile al periodo di svolgimento dei progetti (anni 2017 e 2018) dovrà essere ridotto proporzionalmente.

Abbiamo pagato alcune fatture con assegni bancari. Se fotocopiamo la matrice + estratto conto bancario + dichiarazione banca di beneficiario assegno possiamo rendicontarli?
Ai sensi delle Linee guida per l’efficace espletamento dei controlli di I livello dei Fondi Sie per la Programmazione 2014-2020 l’assegno bancario è ammesso se non trasferibile e corredato da estratto conto relativo all’addebito (Manuale di Rendicontazione - punto 1.1.3). Pertanto in rendicontazione dovrà essere caricata la fattura, copia dell'assegno e il relativo estratto conto.

Una fattura datata 2017 ma pagata entro il 28/02/2018 è rendicontabile nell'anno 2017? 
Si unitamente alla domanda di pagamento da presentare entro il 28/02/2018, dovranno essere trasmesse fatture emesse e quietanze di spesa che si riferiscano a interventi svolti nel 2017 anche qualora le stesse fatture e quietanze siano emesse o effettuate nel 2018 (di fatto entro il 28/02/2018);

Quali sono i documenti obbligatori da allegare per dimostrare l’incremento occupazionale?

Per avere diritto alla premialità prevista nel paragrafo 6.2.2.6 del bando in caso di incremento occupazionale, il beneficiario deve allegare alla domanda di pagamento del saldo del contributo una copia del DM10 INPS riferito al periodo di presentazione della domanda di finanziamento (la domanda di contributo presentata tra il 10/01/2017 e il 28/02/2017) e una copia del DM10 INPS riferito alla presentazione della medesima domanda di pagamento del saldo.

Eventuale altra documentazione, se necessaria ad approfondimenti legati all’istruttoria, sarà richiesta espressamente in integrazione (es. lettera di assunzione, dichiarazione incremento occupazionale o altro).

Azioni sul documento

pubblicato il 2018/02/07 12:06:00 GMT+2 ultima modifica 2018-02-27T17:20:12+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?