Accordo sul bilancio europeo 2021-2027

Approvato il nuovo quadro finanziario pluriennale dell'Unione europea

Il nuovo quadro finanziario pluriennale dell'Unione europea per il periodo 2021-2027 è stato definitivamente approvato dal Consiglio e dal Parlamento europeo ed è entrato in vigore dal 1° gennaio 2021. Per il settennio 2021-2027 l’Unione europea a 27 Paesi potrà contare su un bilancio a lungo termine di 1.074,3 miliardi di euro, compresa l'integrazione del Fondo europeo di sviluppo. Insieme a Next Generation EU, lo strumento temporaneo per la ripresa da 750 miliardi di euro, consentirà alla Ue di disporre di una capacità finanziaria mai avuta, in totale 1.800 miliardi di euro, per sostenere la ripresa post Covid-19 e la costruzione di un'Europa più verde, digitale, resiliente e adeguata alle sfide presenti e future.

budget-EU-21-27.png

Il bilancio 2021-2027 coprirà sette settori di spesa e fornirà il quadro per il finanziamento di quasi 40 programmi della Ue. La maggior parte dei programmi di finanziamento settoriali dovrebbero essere adottati all'inizio del 2021 e saranno operativi retroattivamente a partire dal 1° gennaio. Queste le aree di spesa:

  • mercato unico, innovazione e digitale
  • coesione, resilienza e valori
  • risorse naturali e ambiente
  • migrazione e gestione delle frontiere
  • sicurezza e difesa
  • vicinato e cooperazione esterna
  • amministrazione pubblica europea

Le risorse disponibili all'interno di Next Generation EU verranno allocate a 7 programmi:

  • Recovery and Resilience Facility (RFF)
  • ReactEU
  • Horizon Europe
  • InvestEU
  • Sviluppo rurale
  • Fondo per la transizione giusta
  • RescEU

Next Generation EU offrirà 390 miliardi di euro sotto forma di sovvenzioni agli Stati membri e 360 miliardi sotto forma di prestiti. Il piano è stato studiato in modo da garantire che i fondi vadano ai paesi e ai settori economici più colpiti dalla crisi.

il 70% delle risorse sarà impegnato nel 2021-2022 attraverso sovvenzioni del Recovery and Resilience Facility: gli Stati membri dovranno preparare piani nazionali di ripresa e resilienza per il triennio in questione, in accordo con le raccomandazioni per paese emanate dall'UE e con la transizione verde e digitale. 

eu-spending-21-27.png 

Azioni sul documento

pubblicato il 2020/08/03 12:37:00 GMT+2 ultima modifica 2021-01-27T19:35:35+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?