Villa Edvige Garagnani e Parco Giardino Xampagna a Zola Predosa

Descrizione del progetto

Il progetto di riqualificazione di Villa Edvige Garagnani e del Parco Giardino Campagna a Zola Predosa ha visto la ridefinizione della funzionalità degli spazi all’interno di essa e la valorizzazione dell’intero complesso, quale sede del Parco Giardino Campagna e dello IAT sovracomunale, nonché come polo culturale di eccellenza - sede di esposizioni, mostre ed eventi - e punto di promozione dell’intero territorio della Valle del Samoggia.

All’area esterna è stata resituita la dignità di parco di villa, adottando criteri di ricostruzione della "spazialità romantica” con la creazione di quinte vegetali alternate. Inoltre, sono state ridefinite alcune aree per strutture espositive temporanee e per il Centro Studi sulle Ville e sul Paesaggio Storico del Bolognese, attraverso la realizzazione di una parete attrezzata, di un access point Wi-Fi, di un totem/info point multimediale e interattivo.

Il progetto iniziale del "Parco Giardino Campagna", che risale al 1999, è stato aggiornato per consentire, unitamente alla sistemazione dell’area agricola, la fruibilità pubblica del parco da parte di cittadini e associazioni del territorio. Dei ventidue ettari di parco agricolo, sette sono infatti produttivi con la messa a dimora di antiche piante da frutto (tra cui nespole e mele cotogne), mentre negli altri si alternano fasce boschive, prati e aree di fruizione. Nel nuovo parco sono state piantate oltre duemila piante, tra cui aceri campestri e circa 200 olmi, a ricreare la tipica sistemazione a “piantata” emiliana.
Il Parco Giardino Campagna di Palazzo Albergati nasce con l'obiettivo di creare un legame tra cittadinanza e paesaggio, tra spazio agrario e colturale, ville e palazzi, creando un assetto che sappia rispettare l'originalità e la particolarità del territorio. Un percorso di conservazione e sviluppo che ha visto l'attiva partecipazione di moltissimi fra cittadini, enti, istituzioni, tecnici. Il Parco ha la propria sede formale presso Villa Edvige Garagnani, che ospita, tra gli altri, il Centro Studi sulle Ville Bolognesi e la Biblioteca intitolata all'architetto Sergio Venturi, in cui si conservano i documenti e le carte di uno dei maggiori conoscitori del territorio provinciale bolognese.
Oltre alla risistemazione delle aree agricole, sono stati realizzati vari percorsi ciclo-pedonali, sono state costruite aree didattiche che ripropongono il paesaggio agrario e creati spazi gioco.

Il progetto di un “parco campagna” diventa così testimonianza storica di un lembo di agricoltura locale, ma anche un “giardino” vivibile che tiene conto delle esigenze di mobilità locale e di fruizione della cittadinanza.

L'investimento complessivo per la realizzazione del progetto è stato pari a 1.160.965 euro, di cui 879.928 finanziati dal Por.

 

Multimedia

 

Info

Azioni sul documento

pubblicato il 2015/03/12 17:05:00 GMT+2 ultima modifica 2017-08-31T15:30:00+02:00

Non hai trovato quello che cerchi ?