Progetto europeo per le industrie creative

Sei le Regioni europee partecipano a Creadis3, l'iniziativa dell'Unione europea che sostiene lo sviluppo di nuove imprese culturali

Si chiama CREADIS3 - Smart Specialisation Creative Districts  e promuove lo sviluppo delle Industrie Culturali e Creative (ICC). E’ il progetto europeo al quale prende parte la Regione Emilia-Romagna, approvato nell'ambito del secondo bando del Programma di cooperazione territoriale Interreg Europe 2014-2020.

Obiettivo principale del progetto, che ha una durata di 5 anni – da gennaio 2017 a dicembre 2021 – è quello di sostenere politiche culturali più efficienti, contribuendo allo sviluppo economico territoriale. CREADIS3 è articolato in 6 obiettivi specifici e su 2 temi prioritari: migliorare la governance istituzionale e aumentare il contributo delle industrie culturali e creative allo sviluppo regionale.

Tra le finalità del progetto c’è la nascita dei distretti creativi, luoghi dove viene favorita la collaborazione tra autorità pubbliche e imprese per lo sviluppo di vere e proprie industrie creative e culturali dell’innovazione, secondo le linee guida tracciate dalla S3 (pdf, 1.6 MB), Strategia di specializzazione intelligente.

La Regione Emilia-Romagna sarà responsabile dell’obiettivo specifico di promuovere l’attrattività territoriale internazionale, investendo nel potenziale creativo presente ed evitando una “fuga” di talenti e di imprenditori creativi dal territorio regionale.

Tra le principali attività, CREADIS3 prevede la condivisione ed il trasferimento di buone pratiche, un processo di formazione-informazione caratterizzato da vari momenti di incontro e scambi di conoscenza (tra cui 6 visite guidate e un evento B2B), tramite il coinvolgimento di importanti portato d’interesse regionali, per giungere alla definizione di 6 Piani di Azione regionali.

Il partenariato a cui partecipa la Regione è formato da 6 membri dell’Unione europea, di cui 5 autorità regionali e 1 autorità nazionale: Governo regionale dei Paesi Baschi (Spagna), in qualità di capofila del progetto; Consiglio regionale della Finlandia Centrale (Finlandia); Regione Emilia-Romagna (Italia); Regione Wallonia (Belgio); Ministero della Cultura della Repubblica Slovacca (Slovacchia); Regione della Grecia Occidentale (Grecia).

Non hai trovato quello che cerchi ?